Post recenti

Pagine: [1] 2 3 ... 10
1
INFO e NOTIZIE sullo sviluppo software / TEMPRUM - Fase II
« Ultimo post da fotosettore il Lunedì 7 Maggio 2018 - 07:31 »
Verso la fine di maggio verrà rilasciata una nuova versione di Lucibus, compatibile con TEMPRUM Fase II

Il già esistente TEMPRUM, che aggiorna lucibus con i dati TEMperatura PRessione e UMidità del locale batteria, avrà un ulteriore sviluppo in quanto verranno aggiunti i sensori di :

1. FUMO
2. FIAMMA
3. IDROGENO

Temprum 2 è ormai in beta testing da oltre un mese e presto potrà essere messo a disposizione di tutti.
Il tempo di test è stato più lungo del previsto in quanto la prova sull'idrogeno ha dovuto impegnare non poche risorse a causa della sua particolare natura.
In special modo proprio la rilevazione dell'idrogeno potrà darci sicurezza per quanto riguarda i vapori emessi dalle batterie ad acido libero in fase di ricarica.

Neanche a farlo apposta, proprio in questo periodo Accuman ha postato qui questa foto.
Un utente maldestro di un altro forum ha posizionato in modo errato le batterie ed il calore prodotto dall'uso, dalla ricarica e dallo stoccaggio ha prodotto danni irreparabili ma soprattutto ha creato una situazione di reale pericolo per l'incolumità fisica.




Questa situazione si sarebbe di certo potuta evitare se l'utente stesso avesse utilizzato Lucibus, che ha appunto la funzione di controllo della temperatura del locale batterie (Temprum fase I).
Sarebbe stato allertato per tempo.
Risparmiare 60 euro annui di sottoscrizione + 15 di costruzione di TEMPRUM lo ha portato a dover nuovamente acquistare il pacco batterie, che ha un costo minimo di almeno 900 euro.

Il mondo è fatto di intelligenti priorità. Non tutti le possono comprendere.



2
INFO e NOTIZIE sullo sviluppo software / UPDATE 2.1.1 - 20 aprile 2018
« Ultimo post da fotosettore il Mercoledì 25 Aprile 2018 - 07:34 »
Salve a tutti

è in linea la VERSIONE 2.1.1 ed in contemporanea un nuovo strumento di rilevazione, utilissimo per Lucibus.

Dopo alcuni giorni di beta-testing è infatti finalmente pronto TEMPRUM - FASE I.
Si tratta di un D1-Mini che legge ed invia a Lucibus informazioni sulla temperatura e l'umidità del locale batteria o di qualsiasi altra zona di vostro interesse
E' uno strumentino facilissimo da costruire e programmare.
Questa è la PRIMA FASE.
In futuro (è già in beta testing) sarà disponibile la SECONDA FASE, nella quale verranno aggiunti ulteriori sensori.

All'interno dello SKETCH TEMPRUM_1.zip, da prelevare nella apposita area riservata ai sottoscrittori, c'è anche la libreria dedicata.
Affinché TEMPRUM funzioni, è necessaria la versione di Lucibus 2.1.1 o superiore.
Una volta partito, sappiate che Lucibus richiede i dati ogni minuto al 12° secondo e li aggiorna al 15°.

Nel panel di TEMPRUM, sul main, sono presenti anche alcuni indicatori :
- Un vu-meter che indica in giallo la qualità del segnale, simile a quello presente sugli smartphone
- Un led, che indica il momento della trasmissione
- Un orologio, che indica l'orario dell'ultima rilevazione




A presto !

3
INFO e NOTIZIE sullo sviluppo software / UPDATE 2.1.0 - 17 marzo 2018
« Ultimo post da fotosettore il Venerdì 16 Marzo 2018 - 11:07 »
Salve a tutti
come preannunciato nei gg scorsi, è in linea la VERSIONE 2.1

GEMINUS fase 1

Dopo vari giorni di beta-testing è finalmente pronto il form aggiuntivo per GEMINUS fase 1, cioè per quello che si può definire il "dottore" delle batterie.
Ci si avvale di uno strumento di altissima qualità : il VICTRON BMV 702.
Anzitutto il BMV 720 calcola in modo preciso quanta corrente entra e quanta ne esce dalle batterie. In questo modo il SoC è estremamente preciso ed affidabile. Vedrete infatti che spesso l'inverter dà per certa una ricarica completa quando invece non è vero.
Seconda, ma non in termini di importanza, è la feature di conoscere i volt del punto medio delle batterie, in modo che si possa capire se metà del banco ha tensione pressoché identica al gemello (da qui il nome GEMINUS).
Numerose altre informazioni sono disponibili : a tal proposito vi rimando nell'apposito thread, nel quale si spiega il funzionamento e la estrema utilità di questo device a salvaguardia delle nostre batterie.
Ritenete il BMV 702 troppo costoso ? ... Siamo sempre lì : 200 euro sono il 5% del valore delle batterie. Chi tiene alla proprie "creature" non si pone problemi per una spesa così esigua.
--- modus "scherzosus" ON
Chi pensa che basti un voltmetro per capire se una batteria sta bene o no non merita il BMV 702. ;) Lo lasciasse al negozio, in modo che lo possa acquistare chi veramente ne capisce la necessità   ;D
--- modus "scherzosus" OFF
Per il momento sarà disponibile solo la visualizzazione dei dati ma in prossimo futuro, a seconda dell'interesse, potrebbero esserci sviluppi interessanti mediante l'interagire tra informazioni del BMV e azioni dell'inverter.
Ultima cosa : la routine è ancora in test e quindi non ha - volutamente - nessun controllo sugli errori, proprio per capire se qualcosa può essere migliorato a livello di running.

Esempio di FORM BMV 702



FONDO SCALA DOPPIO PER I GRAFICI DINAMICI

All'interno del menu SETUP è stata aggiunta una voce con la quale si può scegliere il fondo scala dei grafici dinamici. 5 o 10 kW per la produzione con, rispettivamente 100 o 200 A per la corrente di carica.
A tal proposito, anche dal punto di vista dei volt della batteria, i grafici si adeguano al tipo di impianto e quindi anche il fondo scala  varia da 24 a 48.


BAR-GRAPH RISORSE


Aggiunte due barre per indicare l'utilizzo delle risorse della CPU.
Una riguarda l'intero utilizzo della CPU
Una riguarda l'utilizzo relativo al solo lucibus, con riferimento però ai thread.
Questo significa che potreste vedere a volte il valore della cpu inferiore a quello di lucibus.
Ma così non è, appunto, perché la barra di lucibus ha un indice di riferimento differente.
Al momento è messa nel form MAIN ma probabilmente la sposterò per far spazio, quando servirà, ad eventuali necessità grafiche di maggiore importanza.






SONO IN LAVORAZIONE PER LE VERSIONI A VENIRE ....

A.  La possibilità di inserire totali precedenti alla partenza del programma (esempio quelli calcolati con la versione 1.2)
B.  La routine della CARICA DI ASSORBIMENTO e, a seguire, della EQUALIZZAZIONE DELLE BATTERIE, per chi ha inverter abilitati a farle.
C.  Aggiornamento delle informazioni di geminus su luciapp.

Come per tutte le versioni precedenti, potrete trovare la 2.1 facendo il download QUI

A presto !


4
Chi ha frequentato il forum nei mesi scorsi, saprà di cosa sto parlando ...

Il progetto GEMINUS, nel tempo, ha avuto svariati metodi di marcia ed in base a questi ha più volte cambiato direzione per l'attuazione. E’ nato a gennaio del 2017, ma in fase di prototipizzazione è stato sempre oggetto di lenti ma efficaci miglioramenti.

Cosa fa GEMINUS ?


Si propone di EFFETTUARE IL CONTEGGIO - IN MODO PRECISO – DELLA CORRENTE CHE ENTRA ED ESCE DALLE BATTERIE.
Questo è necessario perché il nostro inverter, purtroppo, non ha un rilevatore di qualità ed i numeri che vengono sfornati sono spesso non veritieri.
Si è notato, e tutti lo sappiamo, che le cifre relative alla carica non hanno decimali e quindi 1,1 A o 1,9 sono la stessa cosa … ma cosi’ non è !
Inoltre, in tutti questi mesi di prove, è venuto alla luce un altro grosso “baco” del nostro inverter, che per alcuni versi (non tutti) è stato corretto con gli ultimi modelli (steca) presenti sul mercato.
Il baco in questione non è di poco conto : sostanzialmente L’INVERTER DEFINISCE CARICHE LE BATTERIE QUANDO ANCORA NON LO SONO (la famosa fase bulk – float che dura troppo poco rispetto al reale necessario).
Il rilevatore ha dato conferma più volte che alle batterie mancavano ancora molti ampere prima di poterle definire cariche nel vero senso della parola.
Ecco … qui interviene GEMINUS che, per ora, provvede ad indicare una serie di informazioni numeriche e grafiche relative alla VERA SITUAZIONE DELLE BATTERIE, in modo che si possa effettuare manualmente, ove necessario, una carica aggiuntiva per poter colmare il vuoto lasciato dall’inverter.


IL RILEVATORE – VICTRON BMV 702

Dopo svariate prove su differenti sensori, se è giunti alla conclusione che costruirne uno con caratteristiche di qualità (compresa la taratura) sarebbe costato quasi lo stesso di quello scelto alla fine, che è un prodotto di altissima fattura, da anni presente sul mercato e utilizzato da moltissimi addetti del settore.

L’apparecchio in questione è il VICTRON BMV-702.

E’ forse un po’ costoso: ha però dato prova di essere un ottimo strumento, con la marcia in più di avere on board un’uscita dati ttl.
Dopo non poche peripezie di programmazione son riuscito a far colloquiare il BMV con lucibus, in quanto non è facilissimo far lavorare due seriali in contemporanea in un programma.

Sinteticamente, il BMV-702 trasmette ogni secondo un treno di informazioni relativo alle batterie al quale è collegato : carica, scarica, SoC, memoria degli eventi, giorni passati o mancanti alla carica, autonomia delle batterie. E questi sono solo alcuni dei dati.
La cosa più importante, comunque, è l’indicazione del punto medio della tensione delle batterie.
In pratica il BMV divide la batterie in due banchi separati da 24 volt ciascuno e invia a lucibus le info relative di ambedue.
Se uno di questi è sbilanciato di X % (che decideremo noi) rispetto all’altro, scatta un allarme ad indicarci che quel banco ha qualche problema e che quindi deve essere visivamente controllato.
Ricordo infatti che nel momento in cui c’è un prelevamento dalle batterie, tutte debbono fornire la stessa corrente. Se qualcuna non lo fa, vuol significare che “non sta bene” e quindi, fornendo meno corrente, avrà una tensione differente che sbilancia tutto il gruppo, dando origine ad uno scompenso rilevato e quindi allarmato.

Presentazione
https://www.victronenergy.it/upload/documents/Datasheet-BMV-700-series-IT.pdf


Quick guide
https://www.victronenergy.com/upload/documents/Quickinstallsheet_BMV70x_part1_2.pdf




IL SOFTWARE - LUCIBUS E GEMINUS

Le immagini parlano da sole
Avremo a disposizione due visualizzazioni : NUMERICA e GRAFICA

Il BMV-702 sforna una miriade di dati OGNI DUE SECONDI se le batterie sono in scarica e OGNI SECONDO se le batterie sono in carica.
Naturalmente questi dati vengono aggiornati in tempo reale su lucibus tramite l'interfaccia GEMINUS
Quindi, in sostanza, il Victron BMV-702 è il rilevatore hardware dei dati e GEMINUS l'interfaccia grafico-numerica che porta i dati in visualizzazione su lucibus.
I dati appaiono in un form separato, anche questo posizionabile a piacere sul monitor

VISIONE NUMERICA



VISIONE GRAFICA



Come potete vedere, soprattutto nella parte numerica, sono a disposizione moltissime info che solo col nostro inverter ce le possiamo sognare !
Non sto qui ad elencarle perché chi capisce non ha bisogno di spiegazioni.

Nella parte grafica, quello che salta subito all'occhio è la zona in alto, quella delle batterie.
Abbiano in questo caso una informazione direi VITALE, cioè la tensione del punto medio, che separa virtualmente le batterie in due banchi (quello verso il positivo e quello verso il negativo).
Come già spiegato, in questo modo possiamo capire se una zona delle batterie è differente all'altra e, sulla base della percentuale, prossimamente potremo configurare un allarme che ci avverte appunto della situazione.
Questo tipo di informazione è ben differente da quella data dai singoli voltmetri. E' una info che ci viene data senza stare davanti alle batterie e soprattutto è attiva h24 a video. Inoltre sarà registrabile e quindi si potrà confrontare coi grafici già esistenti.

Come accennato, un'altra informazione che si ricava IN MODO PRECISO è la quantità di corrente erogata e acquisita delle batterie. In questo modo si potrà capire CON ASSOLUTA CERTEZZA se le nostre batterie sono cariche o hanno ancora bisogno di una ulteriore carica (informazione che il nostro inverter non ci dà).

Inutile, a questo punto, continuare a parlare della indiscussa qualità che questo strumento ci offre e che, in connubio con lucibus, crea un ulteriore valore aggiunto a tutta la suite.

A seguire, nello sviluppo del software, alcune di queste info saranno di certo disponibili su LUCIAPP.

Tutto questo a disposizione dei sottoscrittori.

Vi aspetto numerosi !

5
Notizie / Re:essere onesti ? non conviene
« Ultimo post da antonino il Domenica 18 Febbraio 2018 - 12:12 »
ke schifooooo


ma dove viviamo
buona domenica a tutti
6
Notizie / Re:essere onesti ? non conviene
« Ultimo post da pippissimo il Domenica 18 Febbraio 2018 - 09:09 »
Vero  :D ma la soddisfazione di dargli meno soldi non ha prezzo >:8 ;D :)ok \o/
7
Notizie / Re:essere onesti ? non conviene
« Ultimo post da fotosettore il Domenica 18 Febbraio 2018 - 09:06 »
proporzionalmente il nostro ammortamento lo hanno spalmato su 10 anni aggiuntivi ...
i conti della serva ci dicono che non c'è scampo
la soddisfazione di giocare con un off-grid comincia a diventare costosa  (~_~;)
8
Notizie / Re:essere onesti ? non conviene
« Ultimo post da pippissimo il Domenica 18 Febbraio 2018 - 09:04 »
un nuovo 476 d.C. è vicino  >:13
faranno così con tutti i servizi essenziali, ai quali ci hanno abituato (o ci siamo abituati) e con i quali ora ci uccidono.
Tipo i pusher ... la prima è gratis, la seconda pure ... la terza la paghi 10 volte
ancora non abbiamo visto nulla, purtroppo ...

ancor di più il nostro sforzo per poter risparmiare sarà tagliato alla gambe. I nostri impianti sono e saranno funzionanti solo per un nostro passatempo in quanto presto saranno inutili.
a meno di non cambiare nazione
Be dai proprio inutili non direi :D vuoi mettere la soddisfazione di dare sempre meno soldi a sti ladri ;D ;D :P :)ok
9
Notizie / Re:essere onesti ? non conviene
« Ultimo post da sandro il Domenica 18 Febbraio 2018 - 08:37 »
Aveva ragione un mio caro amico elettrico,l'utenza elettrica sara' la base dei ns. guai diceva lui 20 anni fa.
Togliere il contatore,sarebbe la soluzione migliore.
Ma prima....bisogna DIVORZIARE. ;D ;D :-X
10
Notizie / Re:essere onesti ? non conviene
« Ultimo post da fotosettore il Domenica 18 Febbraio 2018 - 01:32 »
un nuovo 476 d.C. è vicino  >:13
faranno così con tutti i servizi essenziali, ai quali ci hanno abituato (o ci siamo abituati) e con i quali ora ci uccidono.
Tipo i pusher ... la prima è gratis, la seconda pure ... la terza la paghi 10 volte
ancora non abbiamo visto nulla, purtroppo ...

ancor di più il nostro sforzo per poter risparmiare sarà tagliato alla gambe. I nostri impianti sono e saranno funzionanti solo per un nostro passatempo in quanto presto saranno inutili.
a meno di non cambiare nazione
Pagine: [1] 2 3 ... 10