// GEMINUS - Una porta professionale verso le informazioni delle batterie

Autore Topic: GEMINUS - Una porta professionale verso le informazioni delle batterie  (Letto 428 volte)

Offline fotosettore

  • Administrator
  • Batt. al Litio
  • *
  • Post: 1.161
  • Lucibus developer
  • Regione dell'impianto: LAZIO
Chi ha frequentato il forum nei mesi scorsi, saprà di cosa sto parlando ...

Il progetto GEMINUS, nel tempo, ha avuto svariati metodi di marcia ed in base a questi ha più volte cambiato direzione per l'attuazione. E’ nato a gennaio del 2017, ma in fase di prototipizzazione è stato sempre oggetto di lenti ma efficaci miglioramenti.

Cosa fa GEMINUS ?


Si propone di EFFETTUARE IL CONTEGGIO - IN MODO PRECISO – DELLA CORRENTE CHE ENTRA ED ESCE DALLE BATTERIE.
Questo è necessario perché il nostro inverter, purtroppo, non ha un rilevatore di qualità ed i numeri che vengono sfornati sono spesso non veritieri.
Si è notato, e tutti lo sappiamo, che le cifre relative alla carica non hanno decimali e quindi 1,1 A o 1,9 sono la stessa cosa … ma cosi’ non è !
Inoltre, in tutti questi mesi di prove, è venuto alla luce un altro grosso “baco” del nostro inverter, che per alcuni versi (non tutti) è stato corretto con gli ultimi modelli (steca) presenti sul mercato.
Il baco in questione non è di poco conto : sostanzialmente L’INVERTER DEFINISCE CARICHE LE BATTERIE QUANDO ANCORA NON LO SONO (la famosa fase bulk – float che dura troppo poco rispetto al reale necessario).
Il rilevatore ha dato conferma più volte che alle batterie mancavano ancora molti ampere prima di poterle definire cariche nel vero senso della parola.
Ecco … qui interviene GEMINUS che, per ora, provvede ad indicare una serie di informazioni numeriche e grafiche relative alla VERA SITUAZIONE DELLE BATTERIE, in modo che si possa effettuare manualmente, ove necessario, una carica aggiuntiva per poter colmare il vuoto lasciato dall’inverter.


IL RILEVATORE – VICTRON BMV 702

Dopo svariate prove su differenti sensori, se è giunti alla conclusione che costruirne uno con caratteristiche di qualità (compresa la taratura) sarebbe costato quasi lo stesso di quello scelto alla fine, che è un prodotto di altissima fattura, da anni presente sul mercato e utilizzato da moltissimi addetti del settore.

L’apparecchio in questione è il VICTRON BMV-702.

E’ forse un po’ costoso: ha però dato prova di essere un ottimo strumento, con la marcia in più di avere on board un’uscita dati ttl.
Dopo non poche peripezie di programmazione son riuscito a far colloquiare il BMV con lucibus, in quanto non è facilissimo far lavorare due seriali in contemporanea in un programma.

Sinteticamente, il BMV-702 trasmette ogni secondo un treno di informazioni relativo alle batterie al quale è collegato : carica, scarica, SoC, memoria degli eventi, giorni passati o mancanti alla carica, autonomia delle batterie. E questi sono solo alcuni dei dati.
La cosa più importante, comunque, è l’indicazione del punto medio della tensione delle batterie.
In pratica il BMV divide la batterie in due banchi separati da 24 volt ciascuno e invia a lucibus le info relative di ambedue.
Se uno di questi è sbilanciato di X % (che decideremo noi) rispetto all’altro, scatta un allarme ad indicarci che quel banco ha qualche problema e che quindi deve essere visivamente controllato.
Ricordo infatti che nel momento in cui c’è un prelevamento dalle batterie, tutte debbono fornire la stessa corrente. Se qualcuna non lo fa, vuol significare che “non sta bene” e quindi, fornendo meno corrente, avrà una tensione differente che sbilancia tutto il gruppo, dando origine ad uno scompenso rilevato e quindi allarmato.

Presentazione
https://www.victronenergy.it/upload/documents/Datasheet-BMV-700-series-IT.pdf


Quick guide
https://www.victronenergy.com/upload/documents/Quickinstallsheet_BMV70x_part1_2.pdf




IL SOFTWARE - LUCIBUS E GEMINUS

Le immagini parlano da sole
Avremo a disposizione due visualizzazioni : NUMERICA e GRAFICA

Il BMV-702 sforna una miriade di dati OGNI DUE SECONDI se le batterie sono in scarica e OGNI SECONDO se le batterie sono in carica.
Naturalmente questi dati vengono aggiornati in tempo reale su lucibus tramite l'interfaccia GEMINUS
Quindi, in sostanza, il Victron BMV-702 è il rilevatore hardware dei dati e GEMINUS l'interfaccia grafico-numerica che porta i dati in visualizzazione su lucibus.
I dati appaiono in un form separato, anche questo posizionabile a piacere sul monitor

VISIONE NUMERICA



VISIONE GRAFICA



Come potete vedere, soprattutto nella parte numerica, sono a disposizione moltissime info che solo col nostro inverter ce le possiamo sognare !
Non sto qui ad elencarle perché chi capisce non ha bisogno di spiegazioni.

Nella parte grafica, quello che salta subito all'occhio è la zona in alto, quella delle batterie.
Abbiano in questo caso una informazione direi VITALE, cioè la tensione del punto medio, che separa virtualmente le batterie in due banchi (quello verso il positivo e quello verso il negativo).
Come già spiegato, in questo modo possiamo capire se una zona delle batterie è differente all'altra e, sulla base della percentuale, prossimamente potremo configurare un allarme che ci avverte appunto della situazione.
Questo tipo di informazione è ben differente da quella data dai singoli voltmetri. E' una info che ci viene data senza stare davanti alle batterie e soprattutto è attiva h24 a video. Inoltre sarà registrabile e quindi si potrà confrontare coi grafici già esistenti.

Come accennato, un'altra informazione che si ricava IN MODO PRECISO è la quantità di corrente erogata e acquisita delle batterie. In questo modo si potrà capire CON ASSOLUTA CERTEZZA se le nostre batterie sono cariche o hanno ancora bisogno di una ulteriore carica (informazione che il nostro inverter non ci dà).

Inutile, a questo punto, continuare a parlare della indiscussa qualità che questo strumento ci offre e che, in connubio con lucibus, crea un ulteriore valore aggiunto a tutta la suite.

A seguire, nello sviluppo del software, alcune di queste info saranno di certo disponibili su LUCIAPP.

Tutto questo a disposizione dei sottoscrittori.

Vi aspetto numerosi !

« Ultima modifica: Giovedì 8 Marzo 2018 - 12:20 da fotosettore »
12 pannelli 250W
2 x Steca Solarix PLI 5000 (parallelo) e AGM 300A
--------------------------------
18 pannelli 300W
4048MST e AGM 780A